Far del bene fa bene e ci fa stare bene

Do Good, Generale |

«Da sempre crediamo nelle persone, da sempre le mettiamo al centro di ogni cosa, e da sempre crediamo nel bene comune e nella forza del nostro territorio.»

Queste sono le parole di Andrea Costa, l’amministratore delegato di TeaPak, l’azienda imolese sede della produzione dei nostri infusi – e parte del gruppo Yogi Tea – che ha donato un ventilatore polmonare alla Fondazione Montecatone.

Yogi Tea Donazione

Un gesto che vuole dare una mano in un momento di difficoltà collettiva. E che non è fatto a caso, per farsi vedere o per finire sulle pagine dei giornali o sui social. Donare, dare… concetti profondamente radicati nella nostra filosofia aziendale. Da sempre.

«Far del bene, fa bene e ci fa stare bene», continua Andrea Costa nel suo comunicato stampa. «Far del bene grazie alle proprietà benefiche delle tisane che serviamo in tutto il mondo», in un’associazione più che naturale con le tante attività di volontariato che Yogi Tea promuove in Italia, in Europa e nel mondo.

Come i progetti in India e in Nepal, dove sosteniamo bambini orfani e li aiutiamo a camminare sulle proprie gambe verso un futuro di sicurezza e speranza. Oppure le iniziative di sostegno alle comunità agricole in Sri Lanka, Honduras, Assam e Spagna. Azioni che ci rendono orgogliosi e che ci danno la spinta ad andare avanti.

E ora, in un momento in cui tutti siamo costretti a guardare alla vita da un nuovo punto di vista, dare un aiuto materiale non ci è sembrato solo un dovere, bensì una necessità. In Italia, il nostro Paese di produzione, abbiamo donato un ventilatore polmonare alla Fondazione Montecatone Onlus, destinato a implementare le dotazioni dell’Area Critica e che sarà utilizzato su pazienti con difficoltà respiratorie a seguito di una lesione midollare o cerebrale.

Durante questa crisi, la crisi del Corona virus, abbiamo tentato di dare un po’ di conforto anche altrove, come abbiamo potuto.

Così, per esempio, abbiamo donato i nostri infusi a varie cliniche e centri per anziani in Germania, o al programma Kochen für Helden, che durante la crisi ha servito pasti alle lavoratrici e lavoratori in ambiti essenziali – come quello infermieristico, produttivo, delle forze dell’ordine, della distribuzione.

Abbiamo donato i nostri infusi anche a diverse cliniche e centri nel resto d’Italia ed Europa, per esempio all’UCPA Grand Est di Lione, in Francia, alla clinica universitaria di Bruxelles, all’Hospital Josep Trueta di Girona, in Spagna, a quattro ospedali del Regno Unito e uno in Danimarca, per citarne alcuni.

Nella speranza che una tazza di tè possa scaldare il cuore di chi la riceve.

E tutto questo per dire, semplicemente… grazie!

 

Fonte prima immagine: Il Resto del Carlino